Integrazioni all'inserto "25 aprile"

16/04/2010 : 14:47

INTEGRAZIONI ALL'INSERTO "25 APRILE" 

Un amico che ha letto il nostro inserto pubblicato nel 2009 avente per titolo "25 aprile" ci ha inviato un abbondante materiale documentario con alcune considerazioni.Pubblichiamo ora alcuni stralci di questo materiale a cominciare da un nuovo elenco di fucilati dagli americani:

 

Mario Trapoli - catturato a 17 anni, si attese che ne avesse 18 per fucilarlo il 30/04/1944

Virgilio Sebastianelli - nato il 13/08/1915, fucilato il 06/05/1944

Alfonso Guadagno - nato il 07/04/1925, fucilato il 31/05/1944

Silvio Bartolini nato il 29/01/1920, fucilat0 il 24/08/1944

Ruy Blas Biagi, fucilato nei pressi di Firenze il 26/11/1944

Luigi Piras e Franco Berselli, fucilati a Firenze il 06/12/1944

Mario Martinelli, Giuseppe Boni, Angelo Lencioni, fucilati a Firenze il 30/01/1945

Raffaele Venturini, Goffredo Agostini, Giorgio Simino, fucilati a Firenze il 14/02/1945

Franco Sabelli, Armando Testorio, fucilati a Roma il 26/06/1945.

 

Facciamo seguire alcune informazioni relative all'operato degli angloamericani: "Nell'estate 1944 aerei americani insieme a delle bombe lanciavano volantini annuncianti l'avvenuta esecuzione di giovani sabotatori appartenenti ai Reparti Speciali della R.S.I.

I volantini avevano su di un lato le foto dei fucilati e sull'altro un testo scritto che affermava tra l'altro "Gli Alleati non possono essere generosi in casi di tale gravità. La legge internazionale ammette la pena di morte quale punizione dei reati di spionaggio e sabotaggio. Le Nazioni Unite intendono applicare questa legge".

 Il nostro amico ha commentato: "Nulla abbiamo da eccepire su tutto ciò. Solo una rapida e semplice considerazione: passibili dlla stessa pena, perchè il reato era identico, lo erano anche i partigiani che operavano all'interno della R.S.I."

Anche lo scrivente in relazione al volantino degli americani non ha nulla da eccepire, ma qualcosa da eccepire vi è per la pratica spesso esercitata di effettuare torture.Torture non previste dalla legge internazionale e costituenti pertanto un atto di crudeltà che non è stato perseguito trattandosi dei vincitori. Si è dovuto aspettare sino al 2009 che il presidente Obama, dopo gli scandali di Guantanamo, vietasse agli esportatori della democrazia il diritto di effettuare torture sui prigionieri.

 

Ucraina

Cultura e Politica

  • Ipocriti e corrotti
  • LA "PACE" ISRAELIANA
  • LE RIVOLTE DEL MONDO ARABO
  • Un paese totalmente discreditato
  • Uno Stato ed una Nazione in liquidazione
  • L ' Occidente della Vergogna
  • Errare umanum est, perseverare
  • Intercettazioni e Corruzione
  • 25 APRILE
  • Integrazioni all'inserto "25 aprile"
  • Autonomie linguistiche e dissoluzione dello stato unitario
  • Contro le falsificazioni della storia e la cancellazione della memoria
  • Siria Controinformazione
  • Pecunia non olet

Chi siamo

  • Lo Statuto

Attività

  • L'associazione
Copyright 2008-2021 Cultura Nazionale